Tempo di lettura:1 Minuti

Come sappiamo, per altre detrazioni fiscali come il Bonus Ristrutturazioni del 50%, in caso di decesso dell’avente diritto, il beneficio passa agli eredi. Ma cosa succede al Superbonus del 110% per gli interventi di riqualificazione energetica e miglioramento antisismico? Le quote rimanenti passano agli eredi?

A far chiarezza sul punto è stata l’Agenzia delle Entrate che, rispondendo alla domanda di un contribuente, ha stabilito che, nel caso di decesso del contribuente che ha diritto alla detrazione delle spese sostenute per effettuare gli interventi ammessi al Superbonus, come spiegato dall’articolo 9 del Decreto Requisiti Tecnici (DM 6 agosto 2020), il beneficio si trasmette per intero esclusivamente all’erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Il meccanismo è il medesimo già previsto per le altre detrazioni fiscali sulla riqualificazione edilizia e l’efficientamento energetico degli immobili: per usufruire delle quote residue dei bonus, è necessario mantenere il possesso dell’immobile. Se questo viene affittato o concesso in comodato d’uso, si perde l’agevolazione. Qualora però l’erede sia il comodante, questi potrà portare in detrazione le rate residue in quanto, in qualità di proprietario dell’immobile, ha il titolo giuridico che gli consente di fruire della detrazione. Inoltre, la condizione della detenzione del bene deve sussistere non soltanto per l’anno di accettazione dell’eredità ma anche per ciascun anno per il quale si vuole fruire delle residue rate di detrazione.

Lo stesso accade per la vendita o la donazione dell’immobile sul quale sono stati realizzati gli interventi agevolati, salvo che le parti non abbiano disposto diversamente nell’atto di trasferimento. Anche in questo caso le detrazioni non utilizzate in tutto o in parte dal cedente spettano, per i rimanenti periodi d’imposta, all’acquirente persona fisica dell’unità immobiliare.

Anche in questo caso, quindi, la normativa sul Superbonus segue quella prevista per le altre detrazioni fiscali.

Avv. Francesca Micheli

Autore

Avv. Francesca Micheli

Francesca Micheli è avvocato del foro della Spezia. Esperta in diritto civile, della famiglia e delle successioni ha svolto negli anni numerosi corsi di formazione e convegni presso ordini professionali sia in aula che in modalità webinar, oltre a svolgere la libera professione nel proprio foro di appartenenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *